Finanza Agevolata ed Ingegneria

Categoria: Finanziamenti Agevolati News Pagina 2 di 5

Bando ISI Agricoltura 2016 – 45 milioni di euro per le aziende agricole

&Egrave attivo il BANDO ISI AGRICOLTURA 2016 con il quale vengono stanziati 45 milioni di euro per il miglioramento della sicurezza nelle micro e piccole imprese agricole.

Il finanziamento è destinato infatti agli investimenti per l’acquisto o il noleggio di macchine e trattori caratterizzati da soluzioni innovative per l’abbattimento delle emissioni inquinanti, la riduzione del rischio rumore e il miglioramento del rendimento e della sostenibilità globali delle aziende.

I progetti finanziati dal bando Isi-Agricoltura 2016, in particolare, possono prevedere l’acquisto o il noleggio con patto di acquisto di due beni al massimo, da associare secondo questo schema:

  • un trattore agricolo o forestale più una macchina agricola o forestale dotata o meno di motore proprio;
  • una macchina agricola o forestale dotata di motore proprio più una macchina agricola o forestale non dotata di motore proprio;
  • due macchine agricole o forestali non dotate di motore proprio.

Il finanziamento è fino al 50 % a fondo perduto con un massimo di € 60.000,00

Se vuoi saperne di più contattaci

Leggi tutto

REGIONE LOMBARDIA – Contributo a Fondo Perduto per la Ricerca

È attivo in Regione Lombardia un bando che da un contributo a fondo perduto fino al 60% dei costi sostenuti per la Ricerca e l’Innovazione.
Il Bando è aperto alle aziende di qualsiasi dimensione che operano nei seguenti ambiti:

  • aereospazio
  • agroalimentare
  • eco-industria
  • industrie creative e culturali
  • industria della salute
  • manifatturiero avanzato
  • mobilità sostenibile
  • Smart Cities and Communities

Investimento minimo di 5 milioni di euro ed obbligo di partenariato con Università o Centri di Ricerca, i quali devono sostenere almeno il 10% dell\’investimento.
Il contributo massimo per progetto è di 4,5 milioni di euro.
Scadenza della presentazione della domanda: 29 settembre 2016.

Per saperne di più contattaci

Leggi tutto

BRT CONSULTING sostiene il progetto “Traineeship” di Federmeccanica

BRT CONSULTING è da sempre in prima linea per lo sviluppo dell’innovazione e per favorire l’ingresso dei giovani nel mondo del lavoro.

Per questi motivi la nostra azienda ha deciso di supportare il progetto di FEDERMECCANICA volto a favorire l’ingresso dei giovani nelle realtà aziendali del territorio, con una alternanza scuola/lavoro che risulti altamente formativa nello sviluppo delle competenze dei ragazzi e che li prepari in maniera fattiva per essere pronti a lavorare in azienda.

Il progetto ha coinvolto a livello nazionale oltre 100 aziende e 50 istituti tecnici professionali, i ragazzi dei quali avranno la possibilità di intraprendere un percorso di formazione “on the job” che peserà nel loro curriculum scolastico e sarà interamente progettato in accordo con le imprese. Il progetto gode del sostegno del Ministero dell’Istruzione, Università e della Ricerca e Indire con uno stanziamento di circa 1,2 milioni di euro che serviranno per le attività di supporto all’ingresso dei giovani in contesti lavorativi.

BRT CONSULTING è stata selezionata da Confindustria per la provincia di Arezzo e collaborerà con l’ITIS Galileo Galilei per formare i ragazzi nell’ambito delle nuove tecnologie legate al mondo dell’informatica e nella gestione dei progetti complessi. Il nostro impregno è quindi ancora una volta quello di contribuire a fra crescere le eccellenze nella nostra Regione e di favorire lo sviluppo di nuovi talenti da inserire nelle realtà produttive toscane al fine di accrescere la competitività del nostro territorio.

Per saperne di più leggi l’articolo del SOLE 24ORE allegato.

Leggi tutto

Regione Toscana

Bando Internazionalizzazione Regione Toscana

Contributo a fondo perduto per le aziende Toscane che investono nei mercati internazionali

Si apre venerdì 15 aprile 2016 la possibilità per le aziende con unità operativa in Toscana di presentare domanda di contributo a fondo perduto per sostenere i propri progetti di internazionalizzazione.
Nel bando di quest’anno vi sono alcune importanti novità rispetto al passato fra le quali le più significative sono:

1) apertura della possibilità di presentare il bando da parte delle imprese Turistiche, che hanno una propria linea di finanziamento
2) aumento dei massimali imputati alla sezione C.1. Fiere, con possibilità di agevolare anche la partecipazione a fiere di settore con rilevanza internazionale anche se si svolgono sul suolo nazionale o all’interno della UE.
Rimangono invariati i massimali di investimento che sono fino a 150.000€ ad azienda con un contributo a fondo perduto che può arrivare fino al 50%.

Anche in questa edizione premiante l’aggregazione fra imprese sotto forma di Raggruppamento Temporaneo, Rete Contratto o Soggetto e Consorzio. La scadenza ultima per la presentazione delle domande online è fissata per il 31 maggio 2016.

La nostra società vanta un’esperienza decennale nella gestione di progetti complessi in ambito di internazionalizzazione e, nelle ultime edizioni in Toscana, i nostri progetti hanno raggiunto sempre le prime posizioni.

Contattateci per avere ulteriori informazioni e valutare insieme le opportunità del bando.

Leggi tutto

Regione Toscana – Fino a 200.000 euro a fondo perduto per l’efficientamento energetico


È aperto in Toscana il nuovo bando 2016 per sostenere le imprese che investono in tema di efficientamento energetico.

Provengono da TOSCANA, EMILIA ROMAGNA, UMBRIA, MARCHE, PUGLIA e CAMPANIA le società che si sono affidate a noi per la gestione delle loro domande.

Fino al 01 agosto 2016 sarà; possibile presentare domanda di finanziamento per ottenere un contributo a fondo perduto fino al 40% delle spese sostenute in tema di:

  • spese per investimenti materiali quali fornitura, installazione e posa in opera di impianti, macchinari, attrezzature, sistemi, materiali e componenti necessari alla realizzazione del progetto.
  • spese per opere edili ed impiantistiche strattamente necessarie e connesse alla realizzazione del progetto.

Gli ambiti di intervento del progetto sono vari e vanno dall’isolamento termico, alla sostituzione di serramenti ed infissi, alla sostituzione di impianti di climatizzazione, scaldacqua, sistemi intelligenti di automazione e controllo per l’illuminazione, fino a impianti solari termici, geotermici, pompe di calore e sistemi di teleriscaldamento/raffreddamento.
L’obiettivo che deve raggiungere il progetto è di ottenere un risparmio energetico complessivo del fabbricato oggetto dell’investimento di almeno il 10%.
Il bando è aperto ad ogni dimensione di impresa con percentuali di contributo variabili a seconda del parametro dimensionale.

Se vuoi saperne di più contattaci

Leggi tutto

Regione Toscana

100% Successo nel Bando Microinnovazione Regione Toscana!

Tutte le aziende che si sono affidate a BRT Consulting sono state ammesse al finanziamento nel round di Ottobre 2015, permettendoci di ottenere un risultato senza precedenti, frutto dell’unione delle nostre capacità in gestione dei progetti, economia ed ingegneria.

Regione Toscana Le aziende agevolate e le tipologie dei progetti spaziano sui campi più disparati, ICT, Management, sviluppo prodotti innovativi, ed in tutti i casi abbiamo ottenuto un ottimo punteggio.

Questo risultato ci rende più forti e ci permette di presentarci al prossimo round del Bando Microinnovazione Regione Toscana, imminente, a Marzo 2016, con le migliori credenziali per il successo dei nostri Clienti.

Se hai dei progetti innovativi e vuoi ottenere dei finanziamenti, ti ricordiamo che con il bando Microinnovazione Regione Toscana puoi ottenere fino al 60% a fondo perduto sulle attività di consulenza in vari progetti, fra i quali: ICT, WEB, APP Mobile, Sviluppo di processo e di prodotto, certificazione avanzata e temporary management, tramite i quali far crescere e sviluppare la Tua azienda.

Contattaci per saperne di più.

Regione Toscana

Anticipazioni Bandi Regione Toscana 2016

Nuove opportunità di finanziamento per Innovazione e Internazionalizzazione da Regione Toscana

Sono in procinto di essere aperti due nuovi bandi a sostegno delle imprese toscane che investono in innovazione e nella commercializzazione dei propri prodotti nei mercati extra europei.

Regione Toscana Il primo bando è legato alla prossima riapertura del bando “MICROINNOVAZIONE”. Il bando, che ha avuto una prima edizione già nel 2015, mira a sostenere i processi di innovazione svolti dalle Micro, Piccole e Medie imprese toscane (MPMI) operanti nel campo manifatturiero, edile, estrattivo e di supporto a tali settori.
Il concetto di innovazione è molto ampio e spazia dall’innovazione di processo e prodotto, passando per il riassetto organizzativo dell’impresa, fino al finanziamento delle attività collegate al mondo WEB, APP MOBILE e in generale, legato al mondo dell’informatica e della digitalizzazione delle aziende. Il contributo, dovrebbe giungere anche in questa edizione fino al 60% a fondo perduto dell’investimento considerato ammissibile.

Il secondo bando, “INTERNAZIONALIZZAZIONE”, che dovrebbe essere pubblicato probabilmente entro il mese di marzo 2016, è invece collegato al sostegno da parte della Regione Toscana delle Micro, Piccole e Medie Imprese, anche questa volta operanti nei settori di cui sopra, che intendono operare nel senso di una loro maggiore apertura ai mercati extra europei.
Il bando in questione, che ha visto un’edizione anche nello scorso 2015, dovrebbe supportare investimenti collegati alla partecipazione a Fiere di Settore, apertura di Uffici, Show-Room e Centri di Assistenza nei mercati target, consulenza commerciale e strategica a supporto delle attività di internazionalizzazione (compresa la realizzazione di portali WEB dedicati) e investimenti collegati alla promozione delle attività all’estero. Il bando dovrebbe prevedere un contributo massimo del 50% a fondo perduto degli investimenti considerati ammissibili.

BRT CONSULTING può supportarvi in tutto l’iter istruttorio sia per la presentazione della domanda che per tutta la fase di rendicontazione dei progetti, con una valutazione preliminare collegata a capire se l’investimento che l’azienda o il gruppo di aziende intendono fare è compatibile con le finalità del bando e quali siano le sue possibilità di successo. Su entrambi i bandi la nostra società vanta un ottima percentuale di successo della domande seguite, con il raggiungimento in alcuni casi anche della prima posizione in graduatoria.

Per poter affrontare questi bandi è sempre più importante, infatti, affidarsi ad un società come la nostra che non solo sia in grado di impostare correttamente la domanda di aiuto dal punto di vista formale, ma che sia al contempo in grado di aiutarvi a redigere un business plan coerente sia con il progetto di investimento che con quanto richiesto dal bando, che tenga conto delle peculiarità richieste dalla partecipazione al medesimo.

La nostra struttura è a vostra disposizione nel caso vogliate saperne di più, contattateci

Leggi tutto

BANDO ISI INAIL: 276 milioni di Euro a fondo perduto per chi investe in sicurezza

Anche quest’anno sarà possibile per le aziende italiane che investono in sicurezza chiedere un contributo a fondo perduto da parte di INAIL.

Il bando aprirà il 01 marzo e sarà possibile inserire la propria domanda sino al 05 maggio 2016. Il contributo è stato confermato al 65% con la possibilità di ottenere fino a 130.000 Euro a fondo perduto per la sicurezza dell’impresa.

Le principali categorie di finanziamento riguardano:

  • Rimozione e smaltimento amianto
  • Ristrutturazione o modifica strutturale e/o impiantistica degli ambienti di lavoro;
  • Rottamazione e sostituzione o adeguamento di macchinari messi in servizio anteriormente al 21/09/1996;
  • Installazione e/o sostituzione di macchinari, dispositivi e/o attrezzature;
  • Installazione, modifica o adeguamento di impianti elettrici, antincendio, di aspirazione e ventilazione;
  • Interventi relativi alla riduzione/eliminazione di fattori di rischio quali: esposizione ad agenti biologici, sostanze pericolose, agenti chimici, cancerogeni e mutageni, agenti fisici, movimentazione manuale dei carichi, movimenti ripetuti;
  • Adozione di un sistema di responsabilità sociale;
  • Adozione di sistemi di gestione della salute e sicurezza sul lavoro (SGSL): certificato OHSAS 18001, modello ex D.Lgs 231/01, certificato SA 8000, etc.

Come negli anni passati, per riuscire a giungere al positivo pagamento del contributo non è sarà importante solo superare lo scoglio dell’ammissione alla lista delle domande agevolate tramite la nota procedura del “click-day”, ma anche aver valutato attentamente tutta la documentazione necessaria alla conclusione della domanda di contributo.

Una non attenta valutazione del fattori di rischio in sede di caricamento della domanda o l’invio dei una documentazione incompleta, possono essere infatti fattori di esclusione dall’agevolazione.

E’ per questo che è consigliato rivolgersi a degli esperti per la gestione della pratica, come la nostra struttura che vanta in questo campo una percentuale di successo per le aziende ammesse al contributo e da noi seguite prossima al 100%.

Se volete saperne di più contattateci al numero 0575/354444.

Leggi tutto

per saperne di più, contattaci

Oltre 75 Milioni di Euro a fondo perduto alle aziende toscane che investono in ricerca & sviluppo ed innovazione

Pubblicate oggi 16 dicembre 2015 sul B.U.R.T. (Bollettino Ufficiale della Regione Toscana) le graduatorie delle aziende che sono state ammesse alla fase finale del Bando RSI 2014 FESR 2014-2020 della Regione Toscana.
per saperne di più, contattaci Il bando, pubblicato nell’Agosto 2014, prevedeva due fasi per l’accesso al finanziamento. Una Fase 1 in cui veniva presentata l’idea progettuale e una Fase 2 nella quale, i progetti che avevano superato la prima fase, venivano valutati per la loro ammissibilità a finanziamento.
Degli oltre 500 progetti presentati in fase 1, solo 252 sono risultati ammissibili per un totale finanziabile di circa 75 Milioni di Euro, dei quali la Regione Toscana ha già stanziato una buona parte, rimandando a successivi atti la possibilità di finanziamento dei rimanenti progetti in graduatoria, BRT CONSULTING si è resa protagonista ancora una volta nel sostenere la Ricerca in Toscana contribuendo a portare in graduatoria 10 progetti per un contributo a fondo perduto totale di oltre 8 milioni di euro.

Oltre ad essere BRT CONSULTING stessa beneficiaria del contributo con un proprio progetto legato al mondo delle ICT, di particolare rilievo è il risultato raggiunto con il progetto “SMART WEIGHER” di ILAPAK ITALIA SpA all’interno del Bando 1 riservato ai progetti strategici delle Grandi Imprese operanti in Toscana. Un successo che conferma e, se possibile, migliora il piazzamento al 12° posto ottenuto sempre nell’ambito dei progetti destinati alle Grandi Imprese nel BANDO Ricerca & Sviluppo 2012 della Regione Toscana, sempre con ILAPAK ITALIA.

Importanti progetti di rete verranno quindi gestiti con la collaborazione di BRT CONSULTING in vari ambiti di ricerca, dalla stampa 3D alla meccatronica, dalla fotonica fino alle ICT ed alle nanotecnologie.

Un successo che conferma la nostra società come un punto di riferimento per la gestione dei progetti complessi legati al mondo dell’innovazione.

Arezzo, 16 Dicembre 2015

Leggi tutto

Logo Ministero Sviluppo Economico MISE

Credito Imposta MISE R&S Operativo

Fonte: MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO 30 Luglio 2015

DOPO LA PUBBLICAZIONE IN GAZZETTA UFFICIALE DEL 29/07/2015 IL NUOVO CREDITO DI IMPOSTA R&S È OPERATIVO.

L’agevolazione del 25% (o 50%) spetta per le spese sostenute fino al 31 Dicembre 2019. Il nuovo strumento che è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana il 29 Luglio, rientra nei benefici fiscali per le imprese, è automatico e si applica ai progetti di R&S che si svolgeranno dall’esercizio in corso (2015) fino a tutto il 2019.

Logo Ministero Sviluppo Economico MISE Agevolazione
La legge prevede un Credito di Imposta pari al 25% delle spese incrementali sostenute dalle imprese rispetto alla media del triennio (2012 – 2013 – 2014), con un’agevolazione massima annuale di 5 milioni di euro per ciascun beneficiario. Il credito di imposta dovrà essere indicato nella dichiarazione dei redditi relativa al periodo di imposta nel corso del quale è maturato e non concorre alla formazione del reddito imponibile.

L’azienda potrà beneficiare dell’agevolazione in compensazione su tutto ciò che transita sull’ F24 a decorrere dal periodo successivo a quello in cui i costi sono stati sostenuti.

Spese ammissibili

  • Personale in possesso di laurea magistrale in discipline di ambito tecnico o scientifico impiegato nelle attività di ricerca e sviluppo;
  • Quote di ammortamento di tutti i beni strumentali utilizzati nelle medesime attività di R&S;
  • Costi della ricerca svolta in collaborazione con le Università e/o gli organismi di ricerca;
  • Consulenze tecniche specifiche.

Per beneficiare del Credito di Imposta l’azienda dovrà sostenere negli anni dal 2015 al 2019 una spesa per le attività di R&S superiore al valore della media del triennio 2012 – 2014 e comunque non inferiore a 30.000,00€.

Attività Finanziabili
Progetti di ricerca e sviluppo volti alla ricerca, sviluppo e/o messa a punto di nuovi prodotti, nuovi processi produttivi o servizi.

Soggetti Beneficiari. Potranno beneficiare del credito di imposta tutte le imprese del territorio nazionale a prescindere dalla loro veste giuridica, dimensione e settore.

Adempimenti formali per beneficiare del credito d’imposta per R&S. Predisposizione di apposito prospetto sezionale sottoscritto dal legale rappresentante, supportato da idonea documentazione e attestazione di effettività delle spese sostenute, rilasciata da uno dei seguenti professionisti:

  • Presidente Collegio Sindacale
  • Revisore dei Conti

Se vuoi saperne di più, CONTATTACI

Leggi tutto

Powered by WordPress & Theme by Anders Norén

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial